Quando si acquista un’auto usata tra privati o presso concessionari bisogna prestare molta attenzione soprattutto in merito alle reali condizioni del veicolo e sulla garanzia perché il valore e la durata della stessa cambia a seconda del venditore, inoltre particolare attenzione deve essere prestata alla garanzia di terzi su auto usata di cui soprattutto i rivenditori specializzati fanno ampio uso.

Le garanzie sulle auto usate

A seconda della compravendita esistono “diverse” garanzie. La vendita di auto usate tra privati, per esempio, non dà diritto a garanzia specifica, sebbene sia applicabile quella garantita dall’art.1490 del codice Civile e non può essere inferiore a 12 mesi. Il venditore – nelle trattative private – ha l’obbligo di garantire che il bene venduto sia immune da vizi che non lo rendono idoneo all’uso cui è destinato (per es.: il motore rotto) o ne diminuiscano in modo apprezzabile il valore (per es. il contachilometri riporta un chilometraggio inferiore rispetto a quello effettivo).

Per quanto riguarda, invece, l’acquisto di auto usate da un venditore professionista (per es.: una ditta specializzata in usato, concessionari, commerciali e salonisti) il Codice del consumo conferma il diritto alla garanzia di due anni di conformità prevista, a parte la durata. Tale garanzia può essere ridotta a un anno con accordo tra le parti.

Infine, per aziende e professionisti che acquistano auto usate per scopi lavorativi da venditori professionali non c’è alcuna garanzia, poiché non si applica il codice del consumo, tuttavia resta ferma la garanzia del venditore che la cosa venduta sia immune da vizi. In sintesi, dunque:

  • Nell’acquisto di usato tra privati non c’è alcuna forma di garanzia obbligatoria, salvo quella, derogabile, dell’articolo 1490;
  • Nell’acquisto tra venditore professionale e privato, valgono tutte le norme del Codice del consumo in tema di auto nuove, ma la durata biennale può essere dimezzata;
  • Nell’acquisto tra venditore professionale e azienda, non c’è alcuna garanzia specifica tranne la tutela prevista dal Codice civile.

Che valore hanno le garanzie di terzi sull’usato?

Con l’obbligo della garanzia di conformità anche sulle auto usate, i concessionari e tutti gli operatori professionali ricorrono spesso a garanzie fornite da organizzazioni esterne – prevalentemente assicurative -, sperando di contenere i rischi verso.

Dal punto di vista giuridico, tali coperture non valgono se non sono in grado di riconoscere tutti i diritti previsti dal Codice del consumo a carico del venditore professionale. In caso di difformità da quanto previsto in polizza rispetto alla garanzia legale, resta la responsabilità del venditore.